Renzi: Berlusconi mi sconsigliò Giannini per Ballarò
Lo rivela il premier riportando un episodio accaduto ai tempi del Patto del Nazareno

"Quando fu ufficiale la notizia che Giovanni Floris lasciava la Rai e che per Ballarò si pensava a Massimo Giannini, eravamo ancora ai tempi del patto del Nazareno. E ogni tanto Berlusconi veniva a palazzo Chigi per fare il punto della situazione. In uno di quei pranzi il Cavaliere mi disse: 'Accetti un consiglio? Ho visto che gira il nome di Giannini per Ballarò. Non prenderlo. Lui ti detesta, ne sono sicuro. Scegli un altro, Ballarò ti sarà utile'. Gli risposi: 'Presidente, a differenza tua non ho mai messo bocca su un programma Rai e non inizierò adesso'. Sfido chiunque a chiedere ad Andrea Vianello, allora direttore di Rai3, o alla direzione generale di allora, se io sono mai intervenuto su un programma". Lo ha raccontato il premier Matteo Renzi in una intervista al Messaggero.

"Il nome che venne scelto - ha aggiunto il presidente del Consiglio - fu proprio quello di Massimo Giannini, che sarà giudicato, immagino, sulla base dei risultati e dei contratti. Non della simpatia mia o di altri. Idem accade adesso. Quello che farà Campo dall'Orto con la sua squadra lo deciderà lui: i tempi berlusconiani degli editti bulgari non torneranno".

"Non amo molto i talk show - ha proseguito Renzi - come sa. Dunque non so proprio se questi programmi verranno cancellati, confermati, ripensati. E sinceramente non mi interessa. I giornalisti credono che a me interessi incidere sull'apertura e la chiusura di un talk show, ma questo forse è il vostro mestiere, non il mio. Il mio mestiere è incidere sull'apertura e la chiusura delle fabbriche. Questo mi toglie il sonno, non il nome dei conduttori dei talkshow".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata