Regeni, padre: Ambasciatore Cantini non persegue verità ma altri interessi

Roma, 4 feb. (LaPresse) - "Per quanto riguarda l'ambasciatore Cantini, era stato inviato per agevolare lo scambio di dati fra la procura italiana ed egiziana: non è avvenuto. Cantini è da tempo che non risponde alle nostre chiamate. Evidentemente risponde a interessi altri, diversi da verità e giustizia, mentre porta avanti con successo interessi commerciali, economici come si evince dagli scambi tra Italia ed Egitto". Così Claudio, il padre di Giulio Regeni in audizione in commissione d'inchiesta a San Macuto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata