Referendum, Maggioni: Rai è equilibrata e pluralista
Lettera indirizzata ai consiglieri Diaconale, Freccero e Mazzuca

 In Rai "c'è un lavoro costante che mira al massimo rispetto del pluralismo e dell'equilibrio tra le differenti posizioni" sul referendum costituzionale del 4 dicembre. Così la presidente Monica Maggioni nella lettera indirizzata ai consiglieri Diaconale, Freccero e Mazzuca che avevano lamentato uno squilibrio dell'informazione a favore del sì e richiesto la convocazione di un cda straordinario per verificare il rispetto della par condicio. 

 "Cari Consiglieri - si legge nella lettera visionata da LaPresse - leggo con qualche stupore la vostra richiesta di convocazione, peraltro irritualmente anticipatami  nei giorni scorsi a mezzo stampa. La data del prossimo CdA è stata infatti decisa nella seduta del 9 u.s. in presenza di uno dei firmatari della vostra lettera (totalmente d'accordo con le scelte), e senza alcun rilievo da parte di chi, avendo già lasciato il Consiglio è stato informato tempestivamente circa le prossime date di incontro. Da allora sono passate due settimane senza che alcuno manifestasse perplessità".

"Le ragioni del timing sono peraltro facilmente riconducibili a evidenti e dimostrabili questioni di calendario (una serie di altri impegni miei, del Direttore Generale e dei Consiglieri) condivise nel corso del CdA", si legge ancora. "Per quanto riguarda l'invocata necessità di discussione, mi pare doveroso ricordarvi che in Azienda c'è un lavoro costante che mira al massimo rispetto del pluralismo e dell'equilibrio tra le differenti posizioni. Questo lavoro è accompagnato da un puntuale monitoraggio del rispetto della par condicio, di quanto deciso dalla Commissione di Vigilanza, e nell'osservanza puntuale delle disposizioni in materia, come testimoniano le recenti analisi effettuate dall'Agcom e dall'Osservatorio di Pavia".

"Certa di trovarvi concordi nel ringraziare ancora una volta chi ogni giorno si impegna per il migliore risultato aziendale, vi confermo la convocazione del CdA come da decisione del nostro u.s.", la conclusione di Maggioni.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata