Referendum, Di Maio: 'Renzi scrofa ferita'? Non chiediamo scusa
Il vicepresidente della Camera commenta le parole di Grillo

Il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, ospite di Gerardo Greco ad Agorà su RaiTre, torna sul referendum e sulle parole di Beppe Grillo, che ieri ha definito Renzi "una scrofa ferita". "Grillo utilizza dei termini, c'è a chi piace e a chi no. Noi "accozzaglia"? Il governo di Renzi è accozzaglia. Il premier eviti di fare la morale e guardi a casa sua". 

"Se vince il No - prosegue Di Maio - il Parlamento è attrezzato per fare una nuova legge elettorale in due-tre settimane, poi si vada a votare. Se la legge elettorale deve diventare la scusa per tirare a campare fino al 2018 non ci stiamo".

Il vicepresidente della Camera dice la sua anche sulla questione del voto all'estero. "Siamo pronti a ricorsi su tutto il territorio nazionale nel momento in cui ci dovessero essere dei brogli. Il voto degli italiani all'estero si espone a questo pericolo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata