Referendum, D'Alema: Non competo per l'incarico, serve una svolta del Pd
"Il partito della nazione è stato sconfitto" sottolinea l'ex presidente del Consiglio

 "Io riprenderò il mio lavoro, tornerò a Bruxelles dove ho un pochino trascurato gli impegni. Io presiedo la fondazione culturale dei socialisti europei. Il mio è un lavoro culturale Io non competo per nessun incarico, lo farà una generazione nuova. Io sulle politica continuerò ad esprimere le mie opinioni e pensio che nessuno me lo potrà impedire". Lo ha detto Massimo D'Alema dopo il risultato referendario.

Precisando: "Credo nell'unità del Pd però su basi nuove. Il risultato chiede al Pd una svolta politica. L'idea del partito della Nazione è stata battuta. Dobbiamo cercare di recuperare una parte degli elettori".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata