Referendum, Brunetta attacca: Con 'Schiforma' arriva bicameralismo caotico
"Il nuovo testo della Costituzione è complicato, scritto con i piedi, comporterà il caos totale"

"Con la 'schiforma' Renzi-Boschi passiamo dal bicameralismo perfetto al bicameralismo imperfetto o caotico. Il nuovo testo della Costituzione è complicato, scritto con i piedi, comporterà il caos totale. E in un momento così delicato per il Paese e per gli scenari internazionali noi andiamo ad infilarci in una roba di questo tipo? Davvero senza parole". Continua l'attacco su riforma e referendum da parte di Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, durante una conferenza stampa sulle ragioni del 'no' al referendum, a Padova.

"Ricordiamo tutti i primi passi di Renzi da segretario del Pd. Aveva dichiarato di voler superare il vulnus della sentenza della Consulta che ad inizio 2014 aveva dichiarato incostituzionale il Porcellum, e di conseguenza in Parlamento avevamo, e abbiamo 148 deputati illegittimi, 130 dei quali del Partito democratico - prosegue Brunetta -. Questo era il senso iniziale del Nazareno, mettersi insieme per superare quel vulnus. Renzi con la sua bulimia di potere ha rotto il Nazareno scegliendo unilateralmente il presidente della Repubblica e procedendo poi da solo a cambiare 47 articoli della Costituzione, usufruendo di 50 senatori eletti nel centrodestra: gli uomini di Alfano, di Verdini ed altri".

"Allo stesso tempo questo premier mai eletto ha cambiato la legge elettorale con tre questioni di fiducia alla Camera, violentando il Parlamento - conclude il presidente azzurro -. Anche per questo va mandato a casa. Non solo per il merito, ma anche per il metodo inaccettabile e insopportabile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata