Rai, Gasparri: Renzi umilia il Cda e mortifica il Parlamento

Roma, 23 dic. (LaPresse) - "Prosegue l'azione di teppismo parlamentare di Matteo Renzi. Ha voluto una legge incostituzionale per modificare un solo punto della normativa esistente in materia di radiotelevisione. Si istituisce un Amministratore delegato, cameriere del governo, che viola le sentenze della Corte Costituzionale, emarginando il Consiglio di Amministrazione della Rai e umiliando il Parlamento. Avremo la Rai lottizzata da un unico potere, quello di Palazzo Chigi". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (Fi).

"Si tratta non solo di una legge incostituzionale ma di un atto di autentica criminalità legislativa - aggiunge Gasparri -, con il concorso esterno di tutti gli schiavetti che in Parlamento assecondano le volontà del principino, che presto rotolerà per le scale come merita. La Corte Costituzionale non solo dovrà cassare la legge ma dovrebbe cancellare lo stesso Renzi e restituirlo agli affetti familiari così potranno, tutto insieme, andare a chiedere fidi in banca, si spera con operazioni trasparenti, smettendola di violare i principi costituzionali. Dobbiamo fermare il teppismo di Palazzo Chigi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata