Ragusa, Calderoli: Intervengano Mattarella e Csm
Il senatore leghista parla della vicenda dell'indiano sospettato del rapimento di una bimba e poi rilasciato

"Mi attendo che il presidente della Repubblica, vista l'immobilità del Csm e del ministro della Giustizia, intervenga di persona, nella sua qualità di presidente del CSM, e intervenga subito sulla vergognosa vicenda di Vittoria, dove un immigrato clandestino, con gravi precedenti penali, per droga e furto, un immigrato che aveva già un foglio di espulsione, è stato rimesso in libertà da un magistrato della procura di Ragusa che ha deciso di non convalidare il fermo nonostante l'immigrato poche ore prima avesse tentato di rapire una bambina". Lo afferma Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord.

"Secondo il magistrato in questione trattandosi 'solo' di un tentato rapimento non c'erano gli estremi per il fermo nonostante la gravità del reato e gli altrettanto gravi precedenti penali di questo immigrato clandestino - aggiunge Calderoli - cui è stata ridata immediatamente la libertà, vanificando in questo modo il lavoro difficile è pericoloso delle forze dell'ordine che lo avevano catturato. A questo punto auspico un immediato intervento del Csm, per aprire un procedimento disciplinare nei confronti di questo magistrato".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata