Quirinale,Renzi: Arbitro saggio, no giocatore di una squadra

Strasburgo (Francia), 13 gen. (LaPresse) - "Chi verrà dopo Giorgio Napolitano lo vedremo, è prematuro parlarne adesso. La Costituzione delinea un profilo che è quello di un arbitro saggio, non di un giocatore di una delle due squadre. Nel sistema italiano è un arbitro che ha rilevanti responsabilità nella vita quotidiana e ha rilevantissime responsabilità in determinati momenti storici, sarà una personalità di grande livello". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi, nel corso di una conferenza stampa a Strasburgo insieme al presidente della Parlamento europeo Martin Schulz a conclusione del semestre di presidenza italiana dell'Ue.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata