Quirinale, accordo Bersani-Berlusconi: Marini candidato al Colle

Roma, 17 apr. (LaPresse) - E' Franco Marini il candidato del Partito democratico alla presidenza della Repubblica. Lo ha annunciato il segretario Pier Luigi Bersani, durante la riunione al Teatro Capranica di Roma. Poco prima di incontrare i suoi il segretario aveva parlato di "una bella sorpresa" che, però, non c'è stata. La candidatura di Marini, ha detto Bersani, "risponde alla questione sociale. Il suo profilo è adatto, capace di realizzare le maggiori convergenze. Capace di dialogo, costruttore del campo di centrosinistra". "La discussione sul Quirinale - ha precisato il segretario del Pd - è separata dal Governo. Questo vale per Berlusconi e per Grillo. Il capo dello Stato va votato a larga maggioranza. È sempre stato difficile e a maggior ragione non lo è nelle condizioni date".

Dopo l'annuncio di Bersani, è arrivato l'ok anche da Silvio Berlusconi, riunito con i suoi nella sala dei gruppi di Montecitorio. "Dobbiamo essere compatti nel votarlo - ha detto il Cavaliere - con lui - continua Berlusconi - c'è la possibilità di un governo che faccia quello che serve al paese. E' un fatto positivo, è una persona seria, non è una sconfitta per noi". "Marini è una persona che conosciamo da tempo - ha aggiunto Berlusconi - non ha militato nelle nostre fila, ma viene dal popolo. E' capace di buona autonomia. E' stato presidente del Senato e con lui il nostro presidente Schifani ha avuto ottimi rapporti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata