Quagliariello: Tornare al voto? Non prima del 3 dicembre con questa legge

Roma, 8 ago. (LaPresse) - "Come si può evincere dal dibattito che si è sviluppato nel corso della trasmissione 'Virus' di ieri sera, il ministro Quagliariello ha ribadito ciò che ha sempre affermato: che non è possibile tornare alle urne con questa legge elettorale prima del 3 dicembre, data dell'udienza della Corte costituzionale, perché nessuno consentirebbe al Paese di andare a votare con una legge che potrebbe essere dichiarata illegittima prima ancora che il nuovo Parlamento si sia insediato". E' quanto si legge in una nota del ministero. "Ovviamente una legge elettorale emendata nei suoi possibili vizi di costituzionalità - spiega ancora dell'ufficio stampa del ministero per le Riforme costituzionali - consentirebbe in caso di necessità un ritorno alle urne. Per questo, fin dall'inizio, il ministro Quagliariello si è sempre pronunciato a favore di una clausola di salvaguardia che corregga il sistema di voto e metta il popolo nelle condizioni di poter esercitare la propria sovranità in qualsiasi momento. Si tratta ovviamente di un giudizio di tecnica costituzionale che prescinde da qualsiasi valutazione politica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata