Primo Cdm operativo per il governo Monti

Roma, 21 nov. (LaPresse) - Primo Consiglio dei ministri operativo per il nuovo premier, Mario Monti. All'ordine del giorno per la discussione in programma alle 12, ci sono i provvedimenti per Roma Capitale, un tema che nei giorni scorsi ha innervosito la Lega contraria allo stanziamento di ulteriori fondi per la città. Si tratta del decreto legislativo che regola i poteri dell'ente e che andava discusso oggi in quanto era in scadenza. Come annunciato, per oggi è quasi certo che non si procederà alla nomina dei nuovi sottosegretari e viceministri che dovranno affiancare il nuovo governo. Intanto, continua la discussione sia sul numero dei sottosegretari sia sulla possibilità di scegliere dei politici, ipotesi verso la quale il Pdl si è mostrato contrario. A lavoro per sciogliere questo nodo c'è Antonio Catricalà, neo sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Monti, intanto sta preparando la sua ricetta anticrisi che dovrà presentare nei suoi prossimi appuntamenti in Europa. Confermato per domani il viaggio a Bruxelles, dove il premier incontrerà Josè Manuel Barrroso, presidente della Commissione europea. Altra tappa importante è quella di giovedì, quando Monti si recherà a Strasburgo per un vertice con la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy. L'agenda poi prevede un altro impegno a Bruxelles il 28 e 29 novembre, quando Monti parteciperà alle riunioni dell'Eurogruppo e dell'Ecofin. Non è ancora stata stabilita, infine, una data per il possibile incontro bilaterale del premier italiano con il primo ministro britannico, David Cameron.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata