Primarie Pd, ultimi appelli al voto. Renzi: Superiamo il milione
La consultazione andrà avanti dalle 8 alle 20 nelle piazze e nei circoli del partito

Con una e-news e un 'Matteo risponde' su Facebook, Renzi lancia gli ultimi appelli in vista delle primarie del Pd: l'obiettivo per l'ex premier è superare il milione di votanti. Gli altri due candidati, Andrea Orlando e Michele Emiliano, fanno tappa rispettivamente nell'area colpita dal terremoto (Norcia), e alla Festa del Cinema di Puglia, e anche da loro arrivano video messaggi sui social.

I tre candidati sottolineano l'importanza della consultazione interna al Pd, che andrà avanti dalle 8 alle 20 nelle piazze e nei circoli del partito. "Dodici ore per un festival della democrazia che nessuno degli altri ha la forza e il coraggio di organizzare, ma che tutti gli altri sono sempre pronti a criticare. Discutere, partecipare, votare: questa la forza di chi non ha paura della democrazia - scrive Renzi nella enews - Se guardate i commenti dei politici, dei commentatori, degli opinionisti in queste ore è impressionante il pensiero unico di chi dice: 'Le primarie non servono più'".

"Dicono che se solo un milione di persone domani andrà a votare, sarà un flop - prosegue Renzi - Ignorano che un milione di persone che vanno a votare rappresentano una forza straordinaria, strepitosa. Che nel mondo è difficile trovare esperienze così belle. Ma noi raccogliamo la sfida, amici: facciamo di tutto perché si possa superare questa cifra".

"Vi chiedo un voto per cambiare il Partito democratico - è l'appello lanciato su Facebook dal ministro della Giustizia Andrea Orlando - Per costruire un partito che sappia parlare all'Italia ma sappia anche ascoltarla, che sappia farsi carico delle grandi diseguaglianza che oggi la caratterizzano". "Un uomo da solo non vince, vince un popolo", dice Orlando, che nell'incontrare a Roma un gruppo di operatori culturali afferma "il bisogno di ricostruire un alfabeto della sinistra".

"Chi vuole chiudere con il renzismo può farlo andando a votare domani - dichiara, anche lui in un video messaggio sul web, il governatore della Puglia Michele Emiliano - con due euro si cambia la storia d'Italia, e tutti possono votare, non solo gli iscritti".
Nell'ultimo giorno di campagna non mancano i riferimenti ai principali temi di attualità, da Alitalia, all'Ue, dal terremoto ai migranti, ma i candidati si concentrano soprattutto sul voto e sul futuro del partito, che da lunedì avrà di nuovo un segretario.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata