Prescrizione: alta tensione nella maggioranza

Maggioranza di nuovo ai ferri corti sulla riforma della prescrizione. Matteo Renzi minaccia di non votarla. "Se non passa il lodo Annibali - dice il leader di Italia Viva - meglio il disegno di legge di Forza Italia". "Non accetto ricatti e minacce da nessuno e vado avanti", replica il Guardasigilli Alfonso Bonafede. Gli fa eco il capo politico 5 stelle Vito Crimi: "L'Italia ha bisogno di giustizia ed equità, siamo sulla strada giusta". Il Pd prova a mediare. L'ex guardasigilli Orlando invita al confronto e dice: "Polemica assurda". "Sicuro che si possa trovare una sintesi", il ministro della Salute Speranza.