Premier ricattato, pm chiedono celerità per interrogatorio Berlusconi

Napoli, 13 set. (LaPresse) - L'atto di citazione in qualità di persona informata dei fatti è stato notificato in tarda mattinata al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Nel documento, che fissa la data per l'interrogatorio tra il 15 e il 18 settembre, si sottolinea che il procedimento riguarda anche persone detenute (Giampaolo Tarantini è in carcere a Poggioreale mentre la moglie, Angela Devenuto, è ai domiciliari), oltre al latitante Lavitola, e quindi i tempi non possono troppo lunghi. "Non è specificato il luogo dove il premier verrà sentito ma è ovvio che si cercherà una mediazione tra i suoi impegni istituzionali e le necessità dei magistrati" spiega il legale napoletano di Berlusconi, Michele Cerabona, che aggiunge anche di non aver ancora parlato con il suo assistito per verificare l'eventuale disponibilità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata