Ponte Stretto, Conte: Sia capolavoro ingegneria, penso anche a sottomarino

Roma, 9 ago. (LaPresse) - "Non dico faremo il Ponte (sullo Stretto di Messina), perché non ci sono le condizioni. Ma prima dobbiamo preoccuparci dei collegamenti" interni. Lo dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ospite de 'La Piazza', l'evento organizzato dal quotidiano online 'Affaritaliani.it' a Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. "Sullo Stretto dobbiamo pensare, quando si riveleranno le condizioni, a un capolavoro di ingegneria - aggiunge -. Un ponte anche sottomarino, ci stavo pensando".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata