Pomigliano, moglie operaio a Di Maio: "Non ne possiamo più"
"Io sono una di quelle che ti ha votato, sono al tuo fianco. Però siamo stanchi, non ne possiamo più". È lo sfogo fatto a Luigi Di Maio dalla moglie di Mimmo Mignano, uno dei cinque operai della FCA di Pomigliano per i quali la Cassazione ha approvato il licenziamento, ora ricoverato in ospedale dopo essersi cosparso di benzina e incatenato davanti all'abitazione del ministro del Lavoro. "Questa è una sentenza politica", ha aggiunto la donna a proposito della decisione della Cassazione. "Ci mettiamo al lavoro e vediamo di risolvere il problema", ha risposto Di Maio. "Bisogna fare politiche per creare posti di lavoro"