Pizzarotti indagato: Sono tranquillo, si tratta di un atto dovuto
Replica su Facebook il primo cittadino di Parma

Nuova tegola sul Movimento Cinque Stelle: dopo l'avviso di garanzia per il sindaco di Livorno Nogarin ,oggi la notizia riguardante il primo cittadino di Parma, anch'egli militante del Movimento, indagato per abuso d'ufficio dalla procura per le nomine sul teatro Regio. Il ruolo di Pizzarotti è venuto a galla  nell'ambito dell'inchiesta della Procura cittadina sulle nomine al Teatro Regio. A riportare la notizia è stata la Gazzetta di Parma. Insieme al sindaco, eletto con il M5S, risulta indagata l'assessora alla Cultura, Laura Ferraris. Coinvolti anche gli altri tre membri del consiglio d'amministrazione del Regio.

A stretto giro è arrivata la replica su Facebook del sindaco:  "Oggi sul quotidiano locale è uscita la notizia di una indagine nei miei confronti, e da lì su tutti i giornali nazionali. Era già emerso ci fossero indagini in corso, rispetto alla notizia di mesi fa che qui sotto vi riporto. Sono tranquillo, perché è un atto dovuto a seguito degli esposti del Partito Democratico". Così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti commentando su Facebook la notizia secondo cui risulta indagato per abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta della Procura cittadina sulle nomine al Teatro Regio.  "Sarà utile - aggiunge - per chiarire la vicenda, con la Procura avremo il consueto atteggiamento collaborativo. Dico sin d'ora che non entrerò nella polemica politica dei botta e risposta, non utile a chiarire ma solo a confondere i cittadini e allontanarli dalla politica. Andiamo avanti, il mio impegno continua senza esitazione ;-)". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata