Piscicelli: Malinconico sapeva chi pagò

Roma, 11 gen. (LaPresse) - "Mi dispiace molto per Malinconico. Poveretto. Una persona ottima. Garbata, colta. Le dico di più: una dama". Sono queste le impressioni, raccolte in una intervista di Repubblica, di Francesco Maria De Vito Piscicelli su Carlo Malinconico, l'ex sottosegretario all'Editoria che ieri ha dato le dimissioni dopo la notizia delle sue vacanze pagate proprio da Piscicelli. "Il cadeau del 'Pellicano' (il resort di Porto Ercole, ndr) era da parte di Balducci", spiega il costruttore, già sotto processo per gli appalti del G8, e aggiunge che Malinconico sapeva del conto saldato: "Certo che sapeva che offriva Balducci - sottolinea - e che io ero l'intermediario di Balducci con la proprietà dell'albergo. Io facevo quello che mi diceva Balducci, non gli si poteva dire di no. Se volevi lavorare era così. Perché poi volesse favorire Malinconico, questo va chiesto a lui". Poi Piscicelli fa il conto di quanto gli sono costati i numerosi "favori" fatti a nome della "cricca": "Tra il 2005 e il 2010 il gioco mi è costato poco meno di un milione di euro. Mi hanno spennato. Poi mi hanno tradito e alla fine abbandonato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata