Piemonte, il Consiglio regionale approva la dichiarazione di stato d'emergenza occupazionale

Tra gli argomenti discussi anche la fusione Fca-Psa

Emergenza lavoro in Piemonte e la Regione chiede lo stato di crisi. Il Consiglio regionale ha infatti approvato l'ordine del giorno, presentato dalla giunta Cirio e sottoscritto da tutti i capigruppo, sulla dichiarazione dello stato di emergenza occupazionale e salariale. Durante la seduta di apertura del nuovo anno, dedicata al tema del lavoro, il governatore ha parlato di calamità definendo la situazione del territorio. Sul tema è intervenuta anche l’assessora al Lavoro, Elena Chiorino, che ha fatto il punto sulle realtà del territorio: nel dettaglio, si parla di un calo degli occupati di 17 mila unità concentrati nell'industria manifatturiera che vede una diminuzione di 25mila addetti. Tra gli altri argomenti discussi anche la fusione Fca-Psa, sulla quale Cirio ha anticipato un incontro con il responsabile del Gruppo per la Regione Emea, Pietro Gorlier.