Piemonte, Chiamparino: Nel 2015 risparmieremo 100 mln euro

Torino, 3 nov. (La Presse) - "Nel 2015 contiamo che la Regione possa risparmiare cento milioni di euro". Lo ha detto il governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino, a margine di una conferenza stampa, dopo aver spiegato il piano di razionalizzazione, articolato in più punti, che dovrebbe portare l'ente a coprire il disavanzo di bilancio. "Gli sprechi sono ovunque e in tutti i campi - ha spiegato - e secondo me il problema principale è non aver applicatato la logica tra costi ed efficacia delle prestazioni, ovvero la logica dei costi standard". "Noi presentiamo - ha precisato - un piano di razionalizzazione molto forte sulla sanità, un piano di riqualificazione e di tagli di tutte le sedi dislocate della Regione e del personale. Infine, un piano di riduzione delle partecipate, che, abbinato ad altre operazioni fiscali che intendiamo fare, senza toccare l'Irap, misure da pensare con il ministero delle finanze, dovrebbe portarci ad avere risorse per non tagliare in modo insostenibile i servizi".

Sui controlli della Corte dei conti sulle Regioni, Chiamparino ha detto: "Sono cose del 2012, non notize, e un'analoga relazione la Corte ha fatto per i ministeri". "Sono controlli utili - ha ribadito - perché aiutano a individuare le sacche di malfunzionamento e i costi superflui. Così come sono utili le segnalazioni che permetteranno di vedere un miglioramento". A proposito dei conti del Piemonte, il presidente ha chiarito che "sono i conti del consuntivo 2013, come certificato dalla Corte dei conti" e che "a fronte di un disavanzo di oltre due miliardi, dovuti al passato, noi ci assumiamo comunque la responsabilità di dare una riposta e diciamo che, per il 2014, pensiamo di chiuderlo o in pareggio o con un disavanzo reale molto piccolo e che ci apprestiamo a fare un bilancio 2015 in assoluto pareggio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata