Petrolio, Boschi: Pronta a essere riascoltata, noi non insabbiamo
"Nessun blitz notturno, discusso in Aula", così la ministra a Porta Porta

"E' la prima volta che vengo ascoltata come persona informata sui fatti". Così la ministra per le Riforme Maria Elena Boschi durante la registrazione di Porta a Porta su Rai1 con Bruno Vespa. "Ho fatto il mio dovere. Se hanno altro da chiedermi, sono ancora a disposizione. Quando domenica ho letto sui giornali che volevano sentirmi sono stata io a chiamare", ha aggiunto, precisando che in tutto "è durata una decina di minuti".

NESSUN BLITZ NOTTURNO. "Mi spiace che parte delle opposizioni dica che ci sia stato un blitz notturno, una furbata. Il punto è che non è andata così. Il governo l'ha presentato (quell'emendamento,ndr) alla luce del sole nei territori, quella proposta è stata discussa in Parlamento e l'emendamento è stato votato dal Parlamento", ha detto la ministra in merito all'inchiesta di Potenza. Ieri nella direzione del Pd Roberto Speranza, leader della minoranza Dem, aveva accusato il governo di aver approvato l'emendamento di notte e di non averlo discusso.

QUELLI DI TOTAL. "Io non ha mai incontrato quelli della Total, gli altri ministri non so", ha spiegato Maria Elena Boschi a Bruno Vespa in merito all'inchiesta di Potenza e al caso Guidi.

NO OMBRE. "Noi non vogliamo insabbiare nulla, ci sono altri che lo hanno fatto in passato", ha sottolineato Boschi a proposito dell'azione dei magistrati. La ministra ha ribadito la disponibilità sua e del premier Matteo Renzi di essere ascoltati dai pm nell'inchiesta di Potenza, nel caso lo reputino opportuno

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata