Pensioni, Brunetta: Giù le mani, contributo solidarietà inaccettabile

Roma, 20 ago. (LaPresse) - Per quanto riguarda le pensioni "per noi è una follia solo a parlarne, anche perché provoca incertezza, provoca apprensione, non è possibile attaccare i pensionati, che non si possono difendere, in questa maniera. Giù le mani dalle pensioni, noi lo abbiamo detto in tutti i modi". Lo ha detto a Sky TG24 il presidente dei deputati di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta. "La riforma è già stata fatta - spiega - è stata una riforma dura, la riforma Fornero, che ha prodotto anche tanti guasti, pensiamo al tema degli esodati, basta. Basta ipocrisia. Cosa vuole dire contributo di solidarietà? Vuol dire una tassa su chi è pensione e non può difendersi. Assolutamente inaccettabile, per noi è assolutamente inaccettabile anche solo il parlarne".

"E devo dire, Renzi ha un bel dire di non essere d'accordo ma Poletti, mi pare essere un ministro del suo governo, e quando parla un ministro, contempla la responsabilità di tutto il governo", conclude Brunetta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata