Pd, scoppia la pace tra Martina e Renzi
Il partito democratico esce unito dalla Direzione nazionale dopo l’approvazione, all’unanimità, della relazione del segretario reggente Maurizio Martina, con il secco “no” a un governo con Cinque Stelle o Lega. Sancita dunque la pace con l’ala renziana del partito. Soddisfatto il premier Paolo Gentiloni, seduto in prima fila, a fine riunione twitta: "La Direzione unanime nella fiducia a Maurizio Martina. Più forza al Pd per affrontare i passaggi difficili delle prossime settimane". Ma la tregua è destinata a durare solo fino all’Assemblea nazionale. Martina continuerà a guidare il partito anche nelle prossime consultazioni al Quirinale.