Pd, Renzi: Stupiscono polemiche, domani confronto schietto

Roma, 26 feb. (LaPresse) - "Non capisco la polemica di queste ore sulle riunioni di domani al Pd. Il nostro è un Partito Democratico, nel nome ma anche nelle scelte e nel metodo. Tutte le principali decisioni di questi 15 mesi sono state discusse e votate negli organismi di partito: dal Jobs Act fino alle riforme costituzionali, dalla legge elettorale alle misure sulla Legge di stabilità". Abbiamo organizzato iniziative su scuola, politica estera, Europa, forma partito, sociale, enti locali e molto altro". Così Matteo Renzi, segretario Pd, dopo le critiche di diversi esponenti della minoranza dem che non hanno apprezzato l'iniziativa di confronto convocata da Renzi per domani.

"Per domani abbiamo offerto una opportunità in più, una semplice occasione di confronto, come sempre diretto e schietto, che pensavamo potesse essere apprezzata da chi spesso chiede più collegialità - aggiunge - Un semplice scambio di idee, convinti come siamo che solo ascoltandoci possiamo migliorare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata