Pd, Renzi: Ok primarie o congresso ma sconfitti rispettino vincitori
"Rischio scissione nel Pd? Penso di no, non la capirebbe nessuno"

 "Rischio scissione nel Pd? Penso di no, non la capirebbe nessuno". Lo dice l'ex premier Matteo Renzi in un'intervista al Tg1. "Ci è stato chiesto di fare le primarie, il congresso. Va bene tutto per dare del nostro partito il partito democratico ma comunque vadano chi perde il giorno dopo rispetti chi ha vinto altrimenti è l'anarchia". L'ex premier ha aggiunto: "Rischio scissione nel Pd? Penso di no, non la capirebbe nessuno". 

Sulla sconfitta al referendum ha sottolineato: "La botta si è sentita e mi sono dimesso. L'errore piu grande è stato perdere di vista le esigenze dei cittadini normali e pensare alle dinamiche interne al palazzo. Detto questo ci sono milioni di italiani che hanno votato 'Sì' perché vogliono un Paese più semplice". 
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata