Pd, Boccia: Congresso partito subito, un minuto dopo varo governo

Roma, 22 apr. (LaPresse) - "Domani ci sarà una direzione che deciderà sui poteri della segreteria: al momento in assenza di una decisione, segretario e vice sono a tutti gli effetti i rappresentanti del Partito democratico". Lo ha puntualizzato Francesco Boccia questa mattina a Omnibus su La7, in merito alla rappresentatività della segreteria dimissionaria. "Un partito non si rappresenta mica così, sui giornali perché qualcuno si sveglia e fa un'intervista", commenta Boccia.

Quanto alle prossime consultazioni al Colle "dove andranno i capigruppo Zanda e Speranza", per l'esponente Pd "devono essere affrontate con la massima unità: abbiamo chiesto a Napolitano di fare una cosa straordinaria e ci rimettiamo nelle mani del Capo dello Stato" sottolineando la necessità di una coerenza nella linea guida del partito. "Poi verrà la discussione interna - assicura Boccia - anticipando i tempi del Congresso che mi auguro venga fatto subito, un minuto dopo aver varato il governo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata