Pd, al via il 25 agosto la quinta festa nazionale a Reggio Emilia

Roma, 22 ago. (LaPresse) - E' stato presentato oggi il programma della quinta Festa nazionale del Partito Democratico che si terrà al Campovolo di Reggio Emilia dal 25 agosto al 9 settembre.

"Una festa che sta con i piedi per terra", ha detto nel corso della conferenza stampa Lino Paganelli, responsabile delle Feste del Pd, per sottolineare il carattere di una kermesse pensata per incontrare i cittadini e i simpatizzanti con i loro problemi concreti e per esprimere vicinanza a chi, come gli amministratori pubblici, "combatte in prima linea la criminalità organizzata". Sarà Pier Luigi Bersani, il 25 agosto alle 18 a inaugurare la Festa Democratica che sarà chiusa dallo stesso segretario nazionale del Pd il 9 settembre.

A Reggio Emilia arriveranno molti rappresentati del governo. Ci saranno i ministri Anna Maria Cancellieri, Francesco Profumo, Corrado Passera, Filippo Patroni Griffi, Andrea Riccardi, Mario Catania, Corrado Clini e Renato Balduzzi. Numerose le presenze politiche in programma, Pier Ferdinando Casini, Rosy Bindi, Nichi Vendola, Bruno Tabacci, Anna Finocchiaro, Roberto Maroni, Massimo D'Alema, Giuliano Amato, Enrico Letta, Dario Franceschini, Walter Veltroni, Matteo Renzi. Saranno presenti esponenti del mondo sindacale e delle imprese, Luigi Angeletti, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni, Luigi Marino, Giuliano Poletti, Aurelio Regina, Ivan Malavasi, Mario Guidi, Sergio Marini.

Parteciperanno anche molti amministratori pubblici, tra gli altri, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il presidente Anci e sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda e quello di Torino Piero Fassino, oltre ai presidenti di Regione, Vasco Errani, Enrico Rossi, Catiuscia Marini. Quella di Reggio Emilia sarà una festa low cost, secondo il tesoriere nazionale Antonio Misiani, sobria e in linea con le difficoltà che sta attraversando il Paese. "Da Reggio - ha continuato Misiani - vogliamo ringraziare le migliaia di volontari senza i quali nessuna festa del Partito Democratico sarebbe possibile. Sono un esempio di cittadinanza attiva importantissima proprio in questa fase in cui la politica cerca un nuovo dialogo con la gente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata