Passo indietro sul deficit, sui social rabbia e delusione: "Calate le brache, così perdete voti"

La base pentastellata e leghista contro i due leader che per mesi hanno ribadito: "La manovra non si tocca"

Le retromarce in politica ai tempi dei social network. Luigi Di Maio e Matteo Salvini, in genere sempre attivissimi - sin dalle prime ore del mattino - su Facebook e Twitter, hanno deciso di firmare una più antica 'nota politica' per esprimere il loro "pieno sostegno" al lavoro di mediazione che Giuseppe Conte sta svolgendo con Bruxelles. E' uno strumento che fa sicuramente più Prima Repubblica ma che almeno ha il vantaggio mantenere l'argomento 2,04% ben lontano dalle loro 'bacheche' on line. Tentativo fallito, però.

Se la borsa e lo spread festeggiano, in rete è tanta la delusione tra i fan del 'governo del cambiamento'. I follower di Di Maio approfittano di un post contro la corruzione in Italia per chiedere chiarimenti al capo politico M5S. "La Francia può sforare il 3% e voi passate dal 2.4 al 2.04? E vorreste cambiare l'Europa così? Facendo come Tzipras? E meno male che non saremmo arretrati di un millimetro!!! - scrive Mary - E quando l'Europa vi dirà che il 2.04 non va bene che farete? Direte ancora: 'Sissignore' e abbasserete ulteriormente il famoso numerino? State lì a dire che l'Europa è ipocrita. Ma lo sappiamo già!! Tocca a voi cambiarla, altrimenti che vi abbiamo votato a fare? Non la cambierete abbassando la testa!! Complimenti, sono profondamente delusa". Si è accorto della 'latitanza' on line del vicepremier, Matteo: "Ministro Di Maio come mai sul suo profilo Facebook non vi è traccia delle ultime novità riguardanti il deficit che cala dal 2,4% al 2,04% ? - si domanda - (6 miliardi di euro tradotto in soldoni) Quando si trattava di festeggiare sul balcone di palazzo Chigi eravate in prima linea ed ora che battete ritirata, scaricate la patata bollente sulla faccia del Premier Conte? #ladifferenzatrapalcoereatà".

Qualche dubbio sulle promesse fatte, insomma, comincia a venire. "Poi c'è il lavoro nero, gli abusi edilizi e i tradimenti elettorali che pregiudicano la salute dei bambini, con aziende che dovevano essere chiuse,e invece restano aperte", rimprovera Tiziano. "Così perdete un sacco di voti", scrivono in tanti, ma c'è anche chi ricorda che "il governo è in carica solo da sei mesi, dove eravate prima?" e chi, come Daniele, prova a suggerire una possibile exit strategy: "Ci sono 100 miliardi di evasione, 36 miliardi solo di IVA... I soldi vanno presi da lì...".

Anche Salvini, ormai vera star della comunicazione social, non passa indenne. E se è vero la scelta di aggiornare la bacheca con due post di sicuro 'acchiappo' come il nuovo sgombero dello stabile dei Casamonica dopo l'occupazione da parte della fidanzata e la replica a Elsa Fornero che gli dà del fascista funziona (tanti i commenti di incoraggiamento al 'Capitano'), è anche vero che anche i simpatizzanti del Carroccio non apprezzano il passo indietro sul deficit e approfittano di un post di ieri in cui Salvini si dice "ancora al lavoro per gli Italiani, per mantenere gli impegni presi" ma "cercando di evitare sanzioni e problemi con Europa e mercati" per dire la loro. Il linguaggio è spesso colorito: "Così non va con la Commissione: è un calarsi tristemente le braghe. E il 2,04 non gli basta. Allora si faccia un deficit superiore al 3%, tanto la infrazione ce la danno lo stesso. E rispettate quanto promesso", scrive Giovanni. "Non dovevamo retrocedere con L’ Europa. L Europa ha dichiarato guerra ai cittadini italiani . Non avremmo dovuto mollare di un decimale", gli fa eco Samantha. E Giuseppe: "Non vi azzardate a scendere ancora col deficitPIL , come ha chiesto Moscowc: vi giocate la faccia". In tanti minacciano di cambiare idea alle prossime elezioni: "Che lotta inutile! Alla Francia è concesso il 3 ed oltre. quindi....ci sono due pesi e due misure....Noi siamo i figli della serva. Molto delusa di questo risultato e dei consensi che sicuramente perderete... sia Lega che M5s", pronostica Giovanna.

"Dovete spiegare cosa state facendo, perché siete passati da 'non cambieremo una virgola' a scendere di 0.36 punti? Se non spiegate, rischiate di perdere un mare di voti alle prossime elezioni europee!!!", avverte Marianna. Riccardo è più buono: "Matteo io ti voto, ma abbiamo abbassato ancora la testa all'Europa.. e alla Francia consentono di sforare fino al 3%... NON VA BENE MATTEO", scrive con tanto di appello in maiuscolo finale. Puntuali, anche in questo caso, arrivano i suggerimenti, spesso per nulla disinteressati: "Matteo fai uscire sta quota 100 tanto in Europa ci cagano zero !! non aspettare oltre", scrive Giovanna. E Francesco: "Annullate sto ca... di reddito di cittadinanza..!!! E trasformateli in sgravi x le assunzioni!!!".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata