Parlamento europeo, Segre: "Ancora oggi qualcuno nega l'Olocausto"

La senatrice a vita ricorda la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz

Intervento al Parlamento europeo di Liliana Segre per ricordare la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz. "Anche oggi qualcuno non vuole guardare e anche adesso qualcuno dice che l'Olocausto non è esistito", ha dichiarato la senatrice a vita davanti agli europarlamentari a Bruxelles. "La gente mi domanda come mai si parli di antisemitismo, di razzismo, ma perché c'è sempre stato e perché è insito negli animi dei poveri di spirito. Bisogna continuare a combattere questo razzismo strutturale". E ancora: "Anche oggi fatico a ricordare, ma mi è sembrato un grande dovere accettare questo invito per ricordare il male altrui, e per ricordare che si può, una gamba davanti all'altra, essere come quella bambina di Terezin. Questo è un semplicissimo messaggio da nonna che vorrei lasciare ai miei futuri nipoti ideali: che siano in grado di fare la scelta" della non indifferenza "e, con la loro responsabilità e la loro coscienza, essere sempre quella farfalla gialla che vola sopra i fili spinati", ha concluso Segre, il cui discorso è stato salutato con un lungo applauso.