Parlamento, Chiti (Pd): Presidenti Camere aiutino sblocco situazione

Roma, 16 ott. (LaPresse) - "Oggi, per la ventesima volta, andrò con i colleghi senatori e deputati a votare per l'elezione di due giudici costituzionali: è già chiaro che non vi sarà un esito positivo e non per negligenza dei parlamentari". Lo afferma il senatore del Pd Vannino Chiti. "I gruppi di maggioranza, quelli di Forza Italia e del Movimento 5 Stelle - aggiunge il presidente della commissione Politiche dell'Unione Europea - danno indicazione di votare scheda bianca: cosi' faremo. Con enorme preoccupazione assistiamo ad una perdita di credibilità del Parlamento. E' urgente trovare un'intesa per completare la composizione della Corte Costituzionale: è una priorità che prevale ormai su tutto il resto".

"Non posso non aggiungere - spiega Chiti - con il rispetto per il loro ruolo istituzionale, che i presidenti di Camera e Senato non possono limitare la loro funzione a convocare sedute congiunte del Parlamento, dando l'impressione di non curarsi della loro conclusione. I presidenti di Camera e Senato possono e devono contribuire alla costruzione di un esito positivo, facendosi carico delle difficoltà, coinvolgendo direttamente i presidenti dei gruppi parlamentari, aiutando a definire i criteri per un'intesa. La situazione - conclude Chiti - non si sbloccherà per il trascorrere del tempo o il solo ripetersi delle convocazioni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata