Papa giovedì a Berlino: ad accoglierlo sindaco gay e presidente divorziato

Berlino (Germania), 20 set. (LaPresse/AP) - Quando il papa Benedetto XVI arriverà giovedì a Berlino sarà accolto nella sua patria da un cancelliere luterano, un sindaco gay e un presidente cattolico divorziato e sposato per la seconda volta. Tutto ciò riflette i potenziali conflitti sociali e religiosi in un Paese che è fiero, ma anche critico o indifferente verso il Pontefice tedesco e la Chiesa da lui rappresentata. In un discorso alla tv tedesca Ard, domenica scorsa il Papa ha detto di essere entusiasta di visitare Berlino e di parlare al Parlamento. "Tutto questo - ha affermato - non è turismo religioso, né tantomeno uno show. Si tratta di riportare Dio nel vostro campo visivo; Dio che spesso manca, ma di cui c'è così tanto bisogno". Non tutti in Germania, tuttavia, ne sono così sicuri.

Proteste sono state organizzate in tutte le tappe della visita di quattro giorni di Benedetto XVI. Alcuni deputati dell'opposizione hanno annunciato che non si presenteranno in Parlamento per ascoltare il Papa e gruppi di studenti omosessuali manifesteranno a Berlino e a Erfurt. Klaus Wowereit, il sindaco dichiaratamente gay della capitale, ha accolto con favore l'arrivo del Pontefice nella città e ha annunciato che lo incontrerà personalmente, ma ha anche detto di capire chi intende protestare. "C'è da aspettarsi - ha notato Wowereit - che in una città come Berlino la gente sarà critica nei confronti della Chiesa cattolica e vorrà esprimere i propri sentimenti".

Attivisti nella città sudoccidentale di Freiburg hanno organizzato una campagna chiamata 'Freiburg senza il Papa' e hanno stampato magliette con sopra un'immagine della storica cattedrale avvolta in un preservativo rosa. Rappresentanti della Chiesa in Germania rivelano che Benedetto è a conoscenza delle proteste, ma ha deciso di concentrarsi sulle circa 260mila persone che parteciperanno alle messe nello stadio olimpico di Berlino e in un aeroporto di Freiburg. Durante la visita è prevista anche una cerimonia ecumenica storica con i luterani tedeschi.

Circa il 30% degli 82 milioni degli abitanti della Germania è cattolico, ma negli ultimi anni la Chiesa ha continuato a perdere fedeli. Le posizioni del Vaticano su questioni come la contraccezione, il ruolo della donna e l'omosessualità, nonché la gestione dello scandalo di abusi sessuali da parte di preti, hanno contribuito a peggiorare l'immagine della Chiesa nel Paese. Secondo un recente sondaggio dell'istituto Forsa, solo il 14% dei tedeschi considera la visita del Papa come personalmente importante, mentre per il 55% l'arrivo del Pontefice "non ha nessuna importanza".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata