Palermo, procura cita a deporre Napolitano, Grasso, Amato, Ciampi

Palermo, 17 mag. (LaPresse) - La procura della Repubblica di Palermo ha citato come testimoni 178 persone, chiamate a deporre nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta trattativa Stato-mafia. Tra queste figurano il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il presidente del Senato, Piero Grasso, l'ex presidente Carlo Azelio Ciampi, il procuratore generale della Cassazione, Gianfranco Ciani, Giuliano Amato e altri esponenti politici. Secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie, i pm Nino Di Matteo, Francesco Del Bene, Roberto Tartaglia e Vittorio Teresi, titolari del fascicolo, hanno richiesto la testimonianza del capo dello Stato in merito ad una lettera da lui pubblicata. Sarà la Corte d'assise di Palermo, presieduta da Alfredo Montalto, a decidere sull'ammissibilità dei testimoni citati dalla Procura. Nel caso di parere favorevole, verrà fissata una data e convocato il capo dello Stato. La lettera in questione è quella del 18-6-2012, pubblicata su 'La Giustizia. Interventi del Capo dello Stato e Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura. 2006 -2012' in ordine alle preoccupazioni espresse dal suo consigliere giuridico Loris D'Ambrosio "di essere stato considerato solo un ingenuo e utile scriba di cose utili a fungere da scudo per indicibili accordi", nel periodo tra il 1989 e il 1993.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata