Orlando: Alleanza con Berlusconi? Chiedere a elettori
Il ministro della Giustizia avvisa Renzi: Prospettiva inquietante, serve referendum

"Dovremmo chiedere ai nostri elettori cosa ne pensano di un'alleanza di cinque anni con Berlusconi senza la prospettiva delle riforme. A me sembra una prospettiva inquietante. Dovremmo attivare il meccanismo del referendum che è previsto dallo statuto ma non è mai stato utilizzato". Così il ministro Andrea Orlando ospite de 'L'intervista' di Maria Latella su SkyTg24. "Comunque anche Renzi ha detto che un'alleanza con Berlusconi non è una prospettiva", aggiunge.

Dopo il botta e risposta a distanza di sabato, l'ex candidato alle primarie del Pd sottolinea che "non c'è contrapposizione tra le parole d'ordine di Pisapia e Renzi. Se stiamo ai contenuti ho ascoltato le parole del viceministro Martina, che ha parlato di recupero delle diseguaglianze, e mi sembra che siano gli stessi temi di Pisapia. Se si riesce ad andare oltre alle questione politicistiche penso che ci siano le condizioni per ricostruire l'unità del partito". Orlando ha detto di aver riscontrato in piazza Santi Apostoli "toni parzialmente diversi tra Pisapia e Bersani". " Penso ci sia molto da fare, ma dove il centrosinistra si è diviso è stato sconfitto. Questa è una buonissima ragione per tutti per darsi da fare per ricostruire l'unità del centrosinistra", ha aggiunto.  "La gente se non percepisce una coerenza del progetto politico a tutti i livelli non si riscalda, al di là delle formule se non parliamo allo stesso modo e non ci sforziamo di trovare un minimo comun denominatore è chiaro che la gente non ci sceglie", ha poi avvertito il ministro.

 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata