Orfini: Noi sconfitti, il M5s ha costruito partito della nazione
"Aver perso Roma e Torino brucia ed è doloroso"

Il risultato dei ballottaggi " sicuramente è una sconfitta per noi. Aver perso Roma e Torino brucia ed è doloroso. Naturalmente ci sono anche delle vittorie come quella di Milano e di altre città che strappiamo alla destra, ma il segno è inequivocabilmente negativo". Così, in un'intervista a La Stampa il presidente del Partito democratico Matteo Orfini. "È evidente - aggiunge - che nelle città dove abbiamo perso con i 5 Stelle, loro hanno catalizzato i voti di tutte le forze che si opponevano a noi e sono riusciti a sommare i loro voti con quelli di tutta la destra, da Casapound, alla Lega e Forza Italia. Fondando il vero partito della nazione. Mentre dove siamo andati al ballottaggio con la destra, noi siamo riusciti a vincere e spesso a strappare roccaforti storiche".

In merito alla situazione di Roma, Orfini spiega: "Sono mesi, da quando sono diventato commissario, che ho avvisato come il problema del Pd fosse ricostruire una presenza nelle periferie, ma è un dato ventennale, figlio di troppi fattori: di come quei quartieri sono stati concepiti, costruiti e poi abbandonati. Sono quelli che più hanno sofferto la crisi e dove il partito aveva affidato i rapporti con la società al notabilato più deteriore. Ma ricostruire è un lavoro di anni". Poi una chiosa sul referendum di ottobre: "Sono convinto che intorno al referendum c'è nel Paese una maggioranza ampia, maggiore di quella parlamentare. Sta a noi avere la capacità di unire il Paese su quel progetto. Questo voto e il referendum sono piani del tutto differenti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata