Orfeo intervistato per strada: ma i giornalisti sono del M5s
Sui social il video girato dai militanti del Movimento

"L'informazione italiana è al 77° posto nella classifica sulla libertà di stampa stilata ogni anno da Reporter Senza Frontiere. Per capire il perché abbiamo provato a porre qualche domanda al direttore del TG1 Mario Orfeo". Lo scrive il M5S sui social network, pubblicando il video di un addetto stampa dei Cinquestelle che, accompagnato da un'altra persona con la telecamera, ferma il direttore del Tg1 e lo interroga, senza ottenere risposta. "Perché - chiede il portavoce dello staff dei Cinquestelle - se Beppe Grillo e Alessandro Di Battista sono indagati per un atto dovuto come la denuncia per diffamazione ne parlate per giorni e nel Tg1 e su Consip avete fatto il minimo indispensabile?". Ma Orfeo non risponde alla domanda e se ne va. L'indomani, lo stesso addetto stampa chiede a Orfeo come mai la Rai abbia "censurato la Raggi" in occasione dei 60 anni per i Trattati di Roma. Anche in questo caso il direttore non risponde e si infila in auto con il cellulare in mano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata