Orellana (M5S): Non sono io il traditore, ma chi decide senza ascoltare

Roma, 7 set. (LaPresse) - "Non sono io il traditore ma chi decide senza ascoltare la gente". Così Luis Alberto Orellana, deputato del M5S, in un'intervista a 'Il Secolo XIX' compie il primo 'grillicidio' definitivo della storia del Movimento 5 Stelle con accuse pesanti indirizzate direttamente al leader. "Mi sono scocciato - dichiara, rivolto a Grillo - di farmi dire come stanno le cose da uno che non è un politico e che sta a Genova o a Milano. Io non ci sto più". La reazione del senatore segue la tempesta che si è scatenata su di lui dopo la sua apertura a possibili alleanze con il centro sinistra. E sulle accuse di tradimento, il deputato cinque stelle ha risposto: "Mi sono chiesto a chi devo dare conto come eletto. La risposta è: a chi ha puntato tutto su di me, su noi del M5S per cambiare il Paese". A proposito della possibilità di lasciare l'incarico da senatore, Orellana ha detto di aver "rimandato la scelta a dopo il weekend".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata