Open Arms, Salvini si difende: "Italia non aveva nessun obbligo"
Open Arms, Salvini si difende: "Italia non aveva nessun obbligo"

L'ex ministro dell'Interno deposita la memoria difensiva in Senato

Nessun obbligo dell'Italia verso la Open Arms, secondo Matteo Salvini. Non toccava al nostro paese concedere il porto alla nave umanitaria spagnola, carica di migranti che lo scorso agosto approdò in Sicilia dopo un lungo braccio di ferro con altri paesi. Lo scrive il leader della Lega nella memoria difensiva depositata in Senato, per un nuovo processo a suo carico chiesto dal tribunale dei ministri, questa volta di Palermo. L'imbarcazione, secondo l'ex capo del Viminale, doveva dirigersi verso la Spagna, Malta o la Tunisia, ma si rifiutò.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata