Napolitano scioglie le Camere: Non c'era spazio per crisi parlamentare

Roma, 22 dic. (LaPresse) - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, dopo aver sentito i presidenti dei due rami del Parlamento, Renato Schifani e Gianfranco Fini. "Siamo all'epilogo di questa legislatura un po' prima della scadenza naturale" ha detto il capo dello Stato al termine delle Consultazioni, spiegando che "non esisteva alcuno spazio per sviluppi in sede parlamentare" della crisi, "perché davanti avevamo soltanto il tempo minimo indispensabile per approvare la legge di stabilità e ci avviavamo verso la data delle elezioni a metà febbraio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata