Napolitano, riuscito l'intervento al cuore. "Ha aperto gli occhi"
Il senatore a vita ricoverato martedì sera al San Camillo. Prognosi riservata data l'età. Respira da solo, decorso "soddisfacente". Si scatena l'odio in rete

"Giorgio Napolitano sta sta facendo buoni progressi". Così il professor Francesco Musumeci (nella foto mentre parla con cronisti nella mattinata) dell'ospedale San Camillo ha relazionato i cronisti sulla situazione del presidente emerito Giorgio Napolitano, operato d'urgenza al cuore nella notte di martedì

"Il presidente è sveglio e respira da solo. È stata interrotta la ventilazione meccanica e questi, a sole 12 ore dall'intervento al cuore, sono passi da gigante, tutto merito della tempra del presidente", ha continuato Musumeci. Secondo il medico "bisogna mantenere comunque una soglia attenzione perchè ha 93 anni, pertanto restiamo in un contesto di prognosi riservata per le prossime 24-36 ore".

Napolitano ha avuto un malore martedì a tarda sera mentre si trovava in visita alla moglie Clio ricoverata alla clinica Paideia in seguito a una caduta. Il senatore a vita ha accusato un forte dolore al petto ed è stato portato prima all'ospedale Santo Spirito per poi essere trasferito ricovero nel centro cardiochirurgico di eccellenza del San Camillo di Roma. Qui, alle 22, è entrato in sala operatoria per rimediare a una parziale dissezione dell'aorta e ne è uscito quattro ore dopo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata