Napolitano ricorda eccidio Bellona: Pagina triste e buia nostra storia

Roma, 6 ott. (LaPresse) - "Nella ricorrenza del 71esimo anniversario dell'eccidio, rivolgo il mio pensiero e rendo commosso omaggio alle 54 vittime innocenti della barbara rappresaglia nazista che ha segnato profondamente nella memoria e nel dolore la comunità di Bellona e l'intero Paese". Lo scrive il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio al sindaco di Bellona, Filippo Abbate. "Quella efferata strage - aggiunge - costituisce una delle pagine più tristi e buie della nostra storia recente e testimonia l'assurdità della guerra e dei crimini che in suo nome vengono compiuti". "La rievocazione delle terribili sofferenze inflitte a Bellona - scrive Napolitano -, come a tante altre città italiane, possa essere di monito per le giovani generazioni e indurle a riflettere sull'importanza di un impegno concreto e costante dell'Italia a sostegno della pace nell'ambito della comunità internazionale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata