Napolitano premia giovani reporter del cambiamento climatico

Roma, 21 nov. (LaPresse) - Difendere l'ambiente per tutelare la vita. E' questo l'appello lanciato dall'organizzazione ambientalista Green Cross Italia questa mattina al Quirinale durante l'incontro con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha accolto i vincitori della XIX edizione del concorso nazionale 'Immagini per la Terra'. Fortemente sostenuto dalla professoressa Rita Levi Montalcini, presidente onorario dell'organizzazione ambientalista, il concorso vanta diciannove anni di successi e il patrocinio delle più alte cariche dello Stato. Il capo dello Stato, alla presenza dei neo ministri di Ambiente (Corrado Clini), Interno (Anna Maria Cancellieri) e Istruzione (Froncesco Profumo, ha voluto premiare l'impegno degli studenti italiani che nel passato anno scolastico hanno sviluppato, con Green Cross, azioni concrete e innovative per l'ambiente, riducendo la proprio impronta ecologica e valorizzando l'uso delle risorse rinnavabili.

Il tema di quest'anno, "Noi giovani reporter del cambiamento climatico: Dal dire al fare", è un invito a prendersi cura del Belpaese che arriva proprio dai giovani. Quella del 2010/2011 è stata, infatti, l'edizione dei teenager: oltre 30mila studenti hanno inviato 1.200 elaborati tra video, racconti, giornalini e inchieste per partecipare alla sfida che li ha visti protagonisti nella salvaguardia del territorio e del patrimonio naturale. Informazione, partecipazione e tutela sono le parole chiave che, secondo Green Cross, in futuro ci aiuteranno a contrastare il fenomeno del riscaldamento globale e a scongiurare il verificarsi di nuove catastrofi ambientali. Il 90% dei disastri naturali accaduti nel 2010 è legato al cambiamento climatico.

L'Ong ambientalista da anni lavora insieme a Unep/Ocha - l'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari - sulla prevenzione e la riduzione del rischio provocato dai disastri naturali con iniziative a livello globale tese proprio a mitigare gli effetti del clima che cambia e a sensibilizzare la cittadinanza. "Le alluvioni e le frane che nei giorni scorsi hanno colpito Liguria e Toscana dimostrano ancora una volta che gli eventi climatici estremi non sono più fenomeni eccezionali ma emergenze che dobbiamo e possiamo contrastare - ha spiegato il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio - Questa consapevolezza deve spingerci a mettere al centro delle azioni del governo la difesa dell'assetto idrogeologico del nostro territorio. I recenti studi internazionali dimostrano che c'è un rapporto inversamente proporzionale tra il numero delle vittime dei disastri e il grado di sviluppo dei vari Paesi. L'Italia ha i mezzi e le capacità per imparare a difendersi e ridurre al minimo il rischio di danni all'uomo e all'ambiente".

La nuova edizione del concorso Immagini per la Terra, sulla quale le scuole hanno già iniziato a lavorare, rilancia invece, l'idea della partecipazione proponendo il tema "Inizia da te". Nell'anno scolastico 2011/2012 l'iniziativa di educazione ambientale chiede a studenti e insegnanti di partire dalla riflessione sulle cause delle alterazioni climatiche per andare oltre: adottare una serie di misure per contrastarle contribuendo con le piccole e grandi azioni di ogni giorno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata