Napolitano: Nonni contribuiscono a mantenere coesione sociale

Roma, 2 ott. (LaPresse) - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha rinnovato alle nonne e ai nonni d'Italia, nella giornata di festa a loro dedicata, il suo più caloroso augurio ricordando come la ricorrenza sia "divenuta nel tempo un appuntamento molto atteso e sentito, in cui si celebra il loro prezioso e insostituibile ruolo all'interno della famiglia e nella società. Da sempre i nonni contribuiscono in modo determinante alla crescita e alla formazione dei più piccoli, ai quali trasmettono con dolcezza ed affetto quel patrimonio di esperienze, conoscenze e valori che costituiranno riferimenti fondamentali lungo tutto il percorso di crescita e di realizzazione come persone e come cittadini che attende i nipoti". E' quanto si legge in una nota del Quirinale. "Nell'attuale situazione di crisi che incide profondamente sulla serenità delle famiglie i nonni possono offrire un forte sostegno e, cosa non meno importante, motivi di fiducia nel superamento delle difficoltà e nelle possibilità di nuove e migliori prospettive di vita, contribuendo così a mantenere salda la coesione sociale", ha aggiunto Napolitano. "Agli anziani - ha poi concluso il capo dello Stato - deve pertanto riservarsi una particolare attenzione, soprattutto laddove si manifestino problemi e disagi che, se non adeguatamente affrontati, possono compromettere seriamente l'autonomia e la dignità della persona".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata