Napolitano: Italia non è allo sbando, nessun rischio contagio

Berlino (Germania), 28 feb. (LaPresse) - "L'Italia non è senza governo in questo momento. Il governo Monti tuttora in carica rappresenterà l'Italia al Consiglio europeo di metà marzo. Non c'è un'Italia alla sbando". Così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, alla conferenza stampa congiunta con il presidente della Repubblica federale di Germania Joachim Gauck, a Berlino. Napolitano ha inoltre specificato, rispondendo al ministro tedesco delle Finanze Wolfgang Schauble: "Non vedo alcun rischio di contagio anche perchè per contagiarsi c'è bisogno di prendersi una malattia e noi non abbiamo nessuna malattia".

Parole confortanti, che vogliono rispondere con polso fermo allo scossone arrivato con l'esito delle elezioni politiche, che hanno suscitato numerosi commenti in tutta Europa. "Ognuno è libero di pensare dentro di sè quello che crede ma quando si parla di cose che riguardano di libere elezioni bisogna essere molto ponderati nei giudizi e non deve mai venire un rapporto di rispetto fra Paesi amici", ha affermato Napolitano in merito ai commenti rilasciati da Peer Steinbrueck, ex ministro delle Finanze tedesco, che ha detto di essere rimasto "esterrefatto per la vittoria in Italia di due pagliacci", riferendosi a Silvio Berlusconi e Beppe Grillo. Gauck non ha voluto rilasciare commenti al riguardo.

Il presidente della Repubblica ha poi fatto appello all'unione di tutta l'Europa. "Qualsiasi differenza dei punti di vista è parte della dialettica di un'Europa democratica", ha detto, aggiungendo poi: "E' necessario continuare a ricercare" condizioni soddisfacenti "per tutti", "non c'è nessuno che voglia imporre le proprie condizioni agli altri". "Sono persuaso che l'Italia non può non seguire la grande strada della costruzione europea, fare la sua parte di sacrifici e dare il suo apporto per rafforzare l'unità dell'Europa, che ora ha bisogno di nuovi passi avanti sulla via dell'integrazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata