Napolitano: Istituzioni si facciano guidare dal bene comune

Roma, 1 gen. (LaPresse) - "Non posso non raccogliere in particolare il suo appello, Santità, al dovere, per tutti coloro che sono investiti di pubblici poteri, di farsi guidare dal bene comune e dall'interesse collettivo. In un contesto, domestico e internazionale, investito dalle gravi conseguenze della crisi economica e finanziaria, è imprescindibile un alto richiamo alle responsabilità e al ruolo delle istituzioni". Così il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, in un messaggio inviato a papa Benedetto XVI.

"Spetta ad esse - aggiunge Napolitano - fornire gli strumenti a sostegno della famiglia e per la promozione della solidarietà sociale. Spetta ad esse far sì che il diritto al lavoro, e a un lavoro dignitoso, venga pienamente tutelato, come preteso dalla Costituzione italiana che lo riconosce come elemento fondante della nostra forma di Stato".

"Le sue parole - sottolinea il capo dello Stato - evocano l'urgenza di una rinascita insieme etica, culturale e antropologica, che ci consenta di recuperare e porre alla base delle formazioni sociali e delle istituzioni un 'noi comunitario', all'interno del quale si riconosca il fondamento e l'indivisibilità dei reciproci diritti e doveri".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata