Napolitano: Incauto proporre il referendum, colpo duro all'Ue
Secondo il presidente emerito "hanno prevalso elementi emotivi"

"E' un colpo molto duro, elemento di grande destabilizzazione economico, finanziario e politico. Bisogna chiedersi quanto sia stato incauto proporre questo referendum su una materia di enorme complessità". Così il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervistato  da Radio Anch'io. Sull'esito del referendum in Gran Bretagna "hanno quindi prevalso elementi emotivi" come i flussi migratori prosegue Napolitano. E sull'idea che il referendum sia stato espressione di democrazia il senatore a vita non ha dubbi: "La democrazia, innanzitutto, e la Gran Bretagna ce lo ha insegnato già  secoli, è il popolo che si esprime anche affidando ai rappresentanti le scelte e le decisioni. Sono i Parlamenti eletti che lavorano sotto il controllo dell'opinione pubblica. I referendum sono strumenti e nella nostra Costituzione non possono essere convocati sui trattati internazionali, perchè temi così complessi non possono essere affidati ad un voto superficiale e impulsivo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata