Napolitano: Con Monti nessuna tensione, colpa crisi è solo del Pdl

Roma, 19 dic. (LaPresse) - "Come si fa a dar l'impressione che io quasi non abbia indicato come causa della brusca accelerazione verso la fine della legislatura la decisione del Pdl di considerare chiusa l'esperienza del governo Monti? E' di lì che sono scaturite le dimissioni del presidente del Consiglio, e l'ho detto be chiaramente". Così Giorgio Napolitano scrive al direttore de 'La Stampa' per smentire le ricostruzioni del vicedirettore del quotidiano torinese Federico Geremicca, che vedeva come prima causa della caduta dell'esecutivo la discesa in campo del premier, ipotesi non gradita al presidente della Repubblica secondo Geremicca. "La temperatura dei colloqui con Monti" scrive ancora Napolitano non è "gelida" come scritto da 'La Stampa' e sulla scelta del nuovo premier Napolitano si dice non vincolato "ad alcuna ipotesi precostruita" ma ogni decisione verrà presa solo dopo le consultazioni post elettorale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata