Napolitano: A Spagna e Italia sfide difficili, più integrazione europea

Roma, 12 ott. (LaPresse) - "Spagna e Italia, impegnate nella diffusione dei valori della pace e dei diritti dell'uomo, si trovano oggi davanti a difficili sfide che, per essere affrontate con successo, richiedono una cooperazione e integrazione ancora più intensa in ambito europeo e un forte impegno comune nel Mediterraneo". E' quanto scrive il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un messaggio al re di Spagna Felipe VI. "Nella lieta ricorrenza della Festa nazionale - si legge -, la prima dalla sua recente incoronazione, mi è gradito esprimere a vostra maestà, a nome del popolo italiano e mio personale, i più fervidi auguri di prosperità per il Regno di Spagna. Le relazioni tra i nostri Paesi si basano su una indissolubile amicizia e sulla comune volontà di rafforzare ulteriormente, a tutti i livelli, gli eccellenti rapporti bilaterali. Spagna e Italia, impegnate nella diffusione dei valori della pace e dei diritti dell'uomo, si trovano oggi davanti a difficili sfide che, per essere affrontate con successo, richiedono una cooperazione e integrazione ancora più intensa in ambito europeo e un forte impegno comune nel mediterraneo. Tali sfide sono al centro della azione italiana, quale presidente di turno del Consiglio dell'Unione europea, con l'obiettivo di promuovere un'Europa più forte, in decisa ripresa economica e sociale, più vicina ai suoi cittadini, ma anche più solidale nei confronti di coloro che vivono al di là dei suoi confini. In questo spirito e nell'attesa di incontrarla a Roma a metà novembre, le rinnovo sinceri voti di benessere per la sua persona, per la famiglia reale e per l'amico popolo spagnolo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata