Napoli, Salvini contestato a Torre del Greco: "È un fomentatore d'odio"

I contestatori hanno sommerso di urla l'ex ministro

Matteo Salvini, segretario della Lega, è stato duramente contestato durante il suo comizio a Torre del Greco, in provincia di Napoli, dove si trova in campagna elettorale in vista delle elezioni regionali in Campania. Centinaia i manifestanti scesi in piazza che hanno gridato cori e fischiato Salvini per tutta la durata del comizio, nel tentativo di coprire la voce del leader leghista. Tra i contestatori anche un ragazzo 'armato' di zampogna, strumento musicale tipico della Campania.