Napoli, arrestato consigliere regionale Massimo Ianniciello (Pdl)

Napoli, 20 dic. (LaPresse) - Arresti domiciliari per il consigliere regionale del Pdl campano, Ianniciello Massimo. Su di lui pesa l'accusa di aver ottenuto rimborsi indebiti per 63.807,85 euro. Nel dettaglio Iannicello aveva emesso due fatture verso una società di gestione dei rottami, formalmente intestata a due cittadini svedesi irreperibili in Italia. A gestire l'impresa era in realtà un pluripregiudicato per per spaccio e ricettazione di assegni rubati, che rivestiva questo ruolo per 150 euro. La gdf di Napoli è arrivata all'odierno arresto dopo aver approfonditamente studiato le carte e i documenti presso il consiglio regionale ed aver poi allertato la procura che oggi ha disposto la misura restrittiva. Ianniciello, tra i vari incarichi in consiglio regionale, è anche membro della 'Commissione consiliare speciale per la trasparenza, per il controllo delle attività della Regione e degli enti collegati e dell'utilizzo di tutti i fondi'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata